Le poesie di Natale – dagli studenti delle Medie

Il Natale

Il Natale è un giorno di allegria,

perché nasce il figlio di Maria.

Il Natale è un giorno speciale,

anche perché si ricevono i regali di Natale.

Il Natale è un giorno migliore,

perché siamo tutti di buon umore.

Il Natale è un momento da fotografare,

perché è un bel giorno da ricordare.

Il Natale è la festa più bella,

perché non stiamo in comunella,

ma stiamo insieme in famiglia,

con la gente che ci assomiglia.

Camilla Schifini – II media

GESÙ BAMBINO E’ NATO!!!!!!

Gesù bambino è nato,

gli angeli dal cielo l’han portato

nella povera capanna

tra le braccia della mamma.

Bello, biondo e ricciolino,

benedice ogni bambino,

ed ascolta con amore

la preghiera del suo cuore.

È Natale, è Natale,

è una notte assai speciale.

È comparsa già la stella

con la coda lunga e bella.

Nella piccola capanna

tra le braccia della mamma

dorme già Gesù Bambino

vorrei dargli un bel bacino,

vorrei dirgli: “Per favore

fa’ che il mondo sia migliore,

fa’ che tutti siano felici

fa’ che tutti siano amici.

Dona pace, amore e bontà

a tutta quanta l’umanità.

Se mi accontenti, caro Gesù,

prometto che non ti disturbo più!”

Dafne Rustico – II media

(Senza titolo)

Il Natale è la festa migliore

Ti mette subito di buon umore

Tutta la famiglia festeggia questo giorno

E lo aspetta per tutto l’anno

È nato Gesù

Ed è tanta la gioia,

Maria ci ha regalato

Il nostro Salvatore!

Per i bambini, poi

È un giorno speciale

Perché insieme a Gesù

Arrivano anche i regali di Natale

Perciò prepariamoci in fretta

Per la festa che ognuno aspetta!

Buon Natale!!!!

Chiara da Domincis – II media

LETTERA ALLA STELLA COMETA

Stella sulla capanna

Che guidasti i pastori e i magi

Dal buon Gesù

Risplendi come allora

Anzi brilla ancor di più

In questo mondo spento

Dove sull’umanità

Regna la superficialità

L’egoismo, la crudeltà,

in un mondo dove non c’è più famiglia

figli, unione, carità

perché si è incapaci di amare

dacci una speranza

Fa che tutti possiamo sognare

E sperare che il mondo possa cambiare

Con l’aiuto della Santa Famiglia E del buon Gesù

Ma tu intanto

Brilla dall’alto sempre di più

Scalda i nostri cuori che quasi non batton più

E fa che i nostri occhi si alzino lassù

E portino nel cuore un seme

Da cui nasca amore.

Eleonora Conte – II media

E’ NATALE

E’ NATALE,

A TAVOLA C’E’ SEMPRE IL PANETTONE E IL PANDORO

PER TRASCORRERE UN NATALE D’ORO.

I PASTICCINI CHE HA PORTATO LA ZIA

PER TRASCORRERE UN NATALE IN ALLEGRIA!

E’ NATALE

LA MAMMA PREPARA I BISCOTTI

E LA NONNA URLA : “SONO COTTI!”

DOPO PRANZO CON I CUGINI ANDIAMO A GIOCARE

E A CANTARE.

E’ NATALE

IL NONNO BEVE IL VINO

CHE FA ASSAGGIARE AL NIPOTINO.

IL CAFFE’ E’ ARRIVATO

E IL NONNO L’HA GIA’ ASSAGGIATO.

E’ NATALE

LA GIORNATA E’ FINITA

ANDIAMO A CASA A FARCI UNA BELLA DORMITA

CON IL CUORE PIENO D’AMORE

PERCHE’ E’ NATO IL “SIGNORE”.

E’ NATALE

CON IL FIATO SOSPESO PER L’EMOZIONE

SPERIAMO DI TROVARE SOTTO L’ALBERO

UN REGALONE:

“PACE IN CIELO, IN TERRA E IN OGNIDOVE”

GIORGIA LIBERATI – II MEDIA

(Senza titolo)

A Natale l’importante

Non è ciò che si riceve

Ma star con la famiglia

E le persone care.

La città tutta s’imbianca

E congelata è la panca,

si mangia il panettone

e ti viene un gran pancione,

tra canditi ed uvetta

ti si rompe la maglietta …

Ma parlando del Natale

Festeggiate in santa pace …

Anonimo – II media

(Senza titolo)

Nel periodo dell’ Avvento

in ogni casa c’ è un gran fermento

statuine di pastori e pecorelle

trovan posto tra muschi e carta a stelle;

montagne di carta pesta

coprono dei tavoli, quel che resta.

Ma in primo piano, c’è la Capanna

che ci fa sempre dire “Osanna”.

Maria e  Giuseppe sono chini sul bambino

e così noi facciamo un solenne inchino.

E nel cuore ci nasce un desiderio

che nasconde un impegno serio.

Non è facile essere più buoni e obbedienti

ma guardando Gesù saremo sicuramente vincenti.

Maria Pavone – II Media

Poesia sul Natale

Mamma, Guarda nella via,

Quanta gente che allegria?

Che fantastico è il Natale

E mi viene da cantere

Tante musiche fatate.

Sento nell’aria profumo di festa,

Alla finestra

Vedo luccichii di mille colori

E nei cuori spariscono tutti i dolori;

ma la cosa più eccitante

è sentire il coro degli angeli

cantare nel cielo splendente.

È in tua gloria

Padre celeste

L’Onnipotente.

Marianna Garcia – II media

Bimbo divino

Nella notte fredda e stellata,

un cantico si sente lontano

e ricorda a tutti

che

il Bimbo divino

è nato.

Un bagliore illumina il cielo,

è la cometa

che indica la via

a chi viene a lui da lontano.

Nell’umile grotta,

su un giaciglio di paglia e fieno,

è adagiato il Bimbo divino.

Solo il tepore

di un alito lieve

a scaldarlo.

Lui che ha portato

al mondo

amore e speranza

e nei nostri cuori

perdono e fratellanza.

Sacco Silvia – II media

Il Natale

Ascoltate o gente la storia che tra tutte è la più bella

Perché annuncia la nascita

Di un dolcissimo bambino….

È un vero Splendor.. per noi è nato il salvatore

Egli è nato in una capanna ed ora

Viene accudito dal papà e dalla mamma

che con il bue e l’asinello

Riscaldano quel bimbo che è tanto bello

In questa notte buia e fredda

Lassù nel cielo è sorta una stella

Che indica la strada

per raggiungere la stalla.

Udite o gente le campane che suonano a festa

Esse manifestano la gioia che nasce nei nostri cuori.

Tutto è più buono nel Santo di Natale

Perché è una festa solidale

E tutti in questo giorno più amore sanno donare.

Simone Sforza – II media

IL NATALE

Il natale è la festa più bella

perché alla vigilia

si sta tutti in famiglia

e si fa una bella vacanza , magari a Siviglia !

Ho detto Siviglia ma potrei dire Marsiglia

A dire la verità andrei in montagna sulla neve a fare pallate in cima in cima

così viene meglio anche la rima .

Lassù potrei stare più vicino al bambino Gesù

e insieme faremo un sacco di risate guardando tutti a testa in giù.

Con lui festeggerei la sua nascita con un po’ di cioccolata

e magari facendo una bella tombolata

come premi dall’ ambo alla cinquina

esprimerei cinque desideri

da elencare così senza pensieri :

primo tutte le guerre farei finire

secondo il pianeta non farei morire

terzo la fame farei debellare

quarto il nostro Dio non farei dimenticare

quinto un gran calciatore vorrei diventare

e come premio di consolazione la madonnina da tutti farei pregare.

E così finisce la poesia

speriamo che abbia fato pensare

al bene che tutti noi possiamo fare.

Giorgio Ranieri – II media

Buon Natale

Buon Natale a tutte le genti del mondo, ai nonni, ai bambini e al loro felice girotondo

Buon Natale al mio gattino, alla mia stanza, ai gio chi e al sorriso di un vicino

Buon Natale alle montagne bianche di panna, agli alberi, agli uccelli e all’abbraccio di una mamma

Buon Natale al cielo che guardiamo con il nasino all’insù a sfiorare i cuori di chi c’era e ora non c’è più

…e Buon Natale a te, a te che leggi questa semplice poesia affinché sia anche la tua e non soltanto mia.

Greco Raoul – II media