La Pace e la Democrazia: il ruolo dei giovani

La Comunità di Sant’Egidio si caratterizza anche per il suo lavoro per la pace nel mondo. La storia di amicizia con tanti Paesi, ci ha fatto comprendere il valore di aiutare a seguire vie di riconciliazione laddove vi sono scontri, divisioni e violenze. la guerra è madre di ogni povertà. Dobbiamo purtroppo constatare che ancora ci sono molti conflitti aperti e dimenticati nel mondo. In questi conflitti muoiono per lo più civili: il 90% delle vittime dei conflitti nel mondo sono civili.

Per questo il 1° Gennaio 2012, la Comunità di Sant’Egidio,  a Roma e in tante città del mondo, organizza delle iniziative per ricordare tutte le terre che nel mondo attendono la fine della guerra, fonte di sofferenza per tanti popoli e “madre” di tutte le povertà, e la fine del terrorismo.

Accanto alle situazioni di conflitto osserviamo un movimento di richiesta di democrazia nei paesi Arabi: spiegare ai giovani la “Primavera Araba” è un modo per far comprendere complesse problematiche politiche ma anche per dire che i giovani – ovunque nel mondo – possono costruire il loro futuro.

Contenuti:

  • Presentazioni delle guerre dimenticate nel mondo, con l’approfondimento di una o più situazioni di conflitto, a partire anche dall’esperienza.
  • La “Primavera Araba” : un vento di libertà e democrazia. Il ruolo dei giovani