La Memoria

Rastrellamento dalle caseIl 16 Ottobre 1943, durante l’occupazione nazista di Roma, oltre 1.000 ebrei romani furono rapiti alle loro case e deportati nel campo di concentramento di Auschwitz. Solo un esiguo numero, 16 persone, tra cui una sola donna, tornarono alle loro case.

Dal 1993, la Comunità di Sant’Egidio fa memoria, ogni anno, di questo tragico momento della vita della città, organizzando, insieme alla Comunità Ebraica di Roma, un “pellegrinaggio della memoria”, una manifestazione di commemorazione delle vittime.

Il tema della memoria della Shoah è di estrema importanza per le giovani generazioni. I testimoni diretti di quel periodo storico stanno scomparendo e l’affievolirsi della memoria, porta al riemergere di nuove forme di disprezzo e di razzismo. Per questo è necessario mantenere in vita la Memoria.